TARIFFE DEI SERVIZI DI CONCILIAZIONE a norma dell’Art. 16 comma 4 del  del D.M. n. 180/2010 e s.m.

€ 40,00 +IVA (€ 48,80) a parziale copertura dei costi del servizio versato dall’istante al momento della sottoscrizione del deposito della domanda di mediazione (che vale altresì come stipula del contratto di servizio) e dalla parte chiamata in mediazione al momento della sua partecipazione al primo incontro

su conto BancoPosta N. 8865542 intestato a “Associazione Nazionale per l’Arbitrato & la Conciliazione ANPAR” via Corgiano, 20/D 84080 Pellezzano (SA)

OPPURE

Dal 20 febbraio 2017 utilizzare le seguenti coordinate 

bonifico su  UBI BANCA SPA – Filiale di BARONISSI (SA)

CODICE IBAN: IT75E0311176080000000010982

*  a cura della parte istante al deposito della domanda;
*  a cura delle parti che accettano di partecipare all’incontro di conciliazione, prima del medesimo

NB A seguito degli aumenti applicati dal gestore Poste Italiane siamo costretti, nostro malgrado, ad aumentare le tariffe nel seguente modo:

nel caso di domande di mediazione con più di tre convenuti si applicherà un sovrapprezzo di € 8,00 +IVA (€ 9,76) per ciascuna parte eccedente (esempio: se i convenuti sono 4 i diritti di segreteria ammontano a € 58,56  (IVA inclusa), se i convenuti sono 5 i diritti di segreteria ammontano a € 68,32 (IVA inclusa) …)

nel caso di raccomandata 1 il costo è di € 12,00 +IVA (€ 14,64) qualsiasi sia il numero di convenuti (esempio: se il convenuto è 1 e c’è la necessità di effettuare una raccomandata celere, i diritti di segreteria ammontano a € 63,44 (IVA inclusa), se i convenuti sono 2 e c’è la necessità di effettuare 2 raccomandate celeri, i diritti di segreteria ammontano ad € 78,08 (IVA inclusa)…)

 

Allegato “A”

Tabella delle indennità allegato A (articolo 16, comma 4 del regolamento 180/2010)

Valore della lite    Spesa (per ciascuna parte)
Fino a Euro 1.000   Euro 65,00   +IVA          €     79,30
da Euro        1.001 a Euro 5.000   Euro 130,00  +IVA          €   158,60
da Euro        5.001 a Euro 10.000   Euro 240,00  +IVA          €   292,80
da Euro      10.001 a Euro 25.000   Euro 360,00  +IVA          €   439,20
da Euro      25.001 a Euro 50.000   Euro 600,00  +IVA          €   732,00
da Euro      50.001 a Euro 250.000   Euro 1.000,00  +IVA       € 1220,00
da Euro    250.001 a Euro 500.000   Euro 2.000,00  +IVA       € 2440,00
da Euro    500.001 a Euro 2.500.000   Euro 3.800,00 +IVA        € 4636,00
da Euro 2.500.001 a Euro 5.000.000   Euro 5.200,00  +IVA       € 6344,00
oltre Euro 5.000.000   Euro 9.200,00  +IVA      € 11224,00

 

Per tutte le mediazione obbligatorie previste dal Dlg 28/2010, l’ANPAR applica la riduzione di 1/3 fino al sesto scaglione e di 1/2 dal settimo scaglione in poi.

 

TABELLA DA DM 180/2010
INDENNITA’ da
versare
per ciascuna
parte
RIDUZIONE se
la controparte
NON ADERISCE
– fino a € 1.000      43,33 +IVA 52,86 40,00 +IVA 48,80
– da € 1.001 a € 5.000      86,67 +IVA 105,74 50,00 +IVA 61,00
– da € 5.001 a € 10.000    160,00 +IVA 195,20 50,00 +IVA 61,00
– da € 10.001 a € 25.000    240,00 +IVA 292,80 50,00 +IVA 61,00
– da € 25.001 a € 50.000    400,00 +IVA 488,00 50,00 +IVA 61,00
– da € 50.001 a € 250.000    666,67 +IVA 813,34 50,00 +IVA 61,00
– da € 250.001 a € 500.000 1.000,00 +IVA 1220,00 50,00 +IVA 61,00
– da € 500.001 a € 2.500.000 1.900,00 +IVA 2318,00 50,00 +IVA 61,00
– da € 2.500.001 a € 5.000.000
2.600,00 +IVA
3172,00
50,00 +IVA
61,00
– oltre € 5.000.000
4.600,00 +IVA 5612,00 50,00 +IVA 61,00
NB Se al primo incontro non è espressa la volontà di proseguire oltre, nessun compenso spetta all’Organismo. Gli importi di cui alla tabella precedente verrano adeguate in caso di indicazioni da parte del Ministero di Giustizia.

Il pagamento deve avvenire prima dell’inizio dell’incontro di conciliazione; in caso contrario, la Segreteria sospende il procedimento.

Le spese indicate sono dovute da ciascuna parte, anche nel caso in cui le parti siano più di due. Il valore della lite è indicato nella domanda di conciliazione, nel caso in cui lo stesso sia indeterminato, indeterminabile o vi sia una notevole divergenza tra le parti nella quantificazione, la Segreteria individua la tariffa da applicare.

Per tutti i servizi aggiuntivi che verrano richiesti sarà addebitato il relativo costo così come di seguito riportato:

  1. richiesta rilascio verbali:
    • per il verbale di accordo € 50,00 se è richiesto l’invio tramite posta certificata o a mezzo fax (l’importo verrà maggiorato di € 10,00 se è richiesto l’invio tramite raccomandata);
    • per i verbali di mancata adesione o mancato accordo € 15,00  se è richiesto l’invio tramite posta certificata o a mezzo fax (l’importo verrà maggiorato di € 10,00 se è richiesto l’invio tramite raccomandata);
    • La richiesta di omologa del verbale di accordo è un servizio che la segreteria dell’Organismo ANPAR offre previo pagamento della somma di euro 150,00 (solo se competenza Salerno).
    • I costi dei verbali sono da intendersi IVA inclusa.
  2. spese di notifica:
    • nel caso di domande di mediazione con più di tre convenuti si applicherà un sovrapprezzo di € 8,00 +IVA (€ 9,76) per ciascuna parte eccedente (esempio: se i convenuti sono 4 i diritti di segreteria ammontano a € 58,56  (IVA inclusa), se i convenuti sono 5 i diritti di segreteria ammontano a € 68,32 (IVA inclusa) …)
    • nel caso di domande di particolare urgenza, per le quali è necessario effettuare delle raccomandate 1, il costo è di € 12,00 +IVA (€ 14,64) qualsiasi sia il numero di convenuti (esempio: se il convenuto è 1 e c’è la necessità di effettuare una raccomandata celere, i diritti di segreteria ammontano a € 63,44 (IVA inclusa), se i convenuti sono 2 e c’è la necessità di effettuare 2 raccomandate celeri, i diritti di segreteria ammontano ad € 78,08 (IVA inclusa)…)
  3. spese di integrazione del contraddittorio:
    • per tutte le richieste di integrazione del contraddittorio nei confronti di parti non indicate originariamente nella domanda, si applicherà il costo pari ad € 8,00 +IVA (€ 9,76)

NB alla richiesta di copia del verbale bisogna allegare un documento di identità. Se la richiesta viene effettuata dall’avvocato bisogna inoltrare anche il mandato.